Il mistero di Shanti Deva

shanti

S
hanti Deva (un nome che significa “Dea della Pace”) è nata a Delhi, in India il 11 dicembre 1926. Durante i suoi primi anni non parlava

molto, anche se i bambini di quell’età affliggono i logo genitori , con tutti i tipi di domande, Shanti Deva non lo faceva affatto. Tuttavia, all’età di quattro ha iniziato a parlare molto di più, non tanto per la sua vita e le sue nuove esperienze, ma piuttosto per  i ricordi di un’altra vita.Ha parlato di come la sua vera casa non era a Delhi, ma era piuttosto  a 150 km di distanza, nella città di Mathura (in precedenza noto come Muttra). E ‘stato qui che suo marito viveva.

Molti credono che lei è stata scoraggiata dai suoi genitori sul parlare di questa ‘altra vita’, raccontandole che ciò che è stato in passato è passato, e che ora quello che contava era la sua vita attuale. Purtroppo questo consiglio non fu accettato dalla ragazza la quale scappò di casa all’età di 6 anni, al fine di recarsi a Mathure, la sua vera casa.

Dopo giorni  fu catturata e portata a Delhi, ma tale esperienza ha fatto poco per dissuaderla e presto cominciò a parlare della sua precedente vita  a scuola. Il preside fu  incuriosito dai dettagli che questa giovane ragazza fu in grado di ricordare. Lo stesso preside è stato di notevole importanza a dare una svolta alla sua storia. Quando Shanti fornì i nomi del marito, figli e i dettagli della loro morte, il preside fu in grado di individuare una persona importante nella sua storia.

 

Shanti Deva ha sostenuto che suo marito Kedarnath Chaube (alcune fonti dicono Kedar Nath) fu un commerciante e che lei stessa morì nove / dieci giorni dopo aver dato alla luce un bambino. Con queste informazioni il suo preside è stato in grado di individuare un uomo di nome Kedar Nath che aveva perso la moglie, Lugdi, nove anni prima e  dieci giorni dopo il parto.

Avendo trovato un uomo che sembrava essere legato alla storia della ragazza il preside organizzò per Kedar Nath un viaggio a  Delhi. Shanti Deva fu in grado di riconoscerlo immediatamente  come suo marito, e fu in grado di riconoscere il ‘figlio’. Non ci volle molto per Shanti a convincere l’uomo che lei fu  la moglie. Infatti svelò tutti i loro più intimi segreti della famiglia.

Mahatma Gandhi fu presto informato di quello che stava accadendo con la presunta reincarnazione e richiese di studiare la storia e la ragazza. Con rigorose condizioni imposte alla commissione, e Shanti Deva stessa,viaggiarono verso a Mathura dove Shanti ritrovò la casa di famiglia e dove riconobbe i  membri della  famiglia.

Infine, e più interessante di tutte, Shanti Deva fu in grado di dire al marito che non riuscì a mantenere diverse promesse fatte alla moglie sul letto di morte.

Dopo la visita e il ritorno a casa, La Commissione è giunta alla conclusione che Shanti Deva era inconfutabilmente la reincarnazione di Lugdi Deva. Diverse altre persone hanno avviato delle proprie indagini indipendenti, giungendo alla stessa conclusione.

Shanti Deva morì il 27 dicembre 1987.Fu anche sottoposta ad ipnosi regressiva dove fornì i dettagli della sua morte e ciò che avvenne nel lasso di tempo fra la morte e la reincarnazione.

std