La locanda infestata di Voltri(GE)

ca_de_anime_foto_2

Vicino Voltri, è possibile trovare una famosa locanda denominata

“Ca’ de Anime”.

È un antica locanda, ormai dismessa, famosa per uno dei più grandi misteri di queste zone. Sorta alla metà del 700 per opera di una famiglia brigante, essa fu luogo di grandi furti e di omicidi.

I proprietari infatti, durante la notte, dopo aver verificato la “ricchezza” dell’ospite, procedevano nel derubarlo e se necessario nell’ucciderlo. Dopo averlo ucciso, l’ospite veniva posto in una fossa comune della famiglia. Col tempo, si pensò che la stessa locanda fosse maledetta. Dopo non molto però si capì che l’opera di queste sparizioni era dovuta alla stessa famiglia, la quale venne arrestata e successivamente condannata a morte. La casa rimase abbandonata fino alla seconda guerra mondiale dove una famiglia povera, non sapendo dove rifugiarsi, scelse questa casa per ripararsi, pur sapendo la sua ORRIBILE storia.

 

Durante la notte accadeva però qualcosa di strano. I bicchieri venivano ritrovati per terra rotti, e dopo varie settimane si cominciarono a sentire strani rumori, simili a lamenti, provenienti da quell’abitazione. La famiglia, nonostante tutto, non si decise a cambiar casa prima di un evento ben preciso.

Una ragazza si presentò alla porta della loro stanza. Era vestita di bianco e circondata da un profumo di rosa, e chiedeva informazioni sul suo ragazzo non più tornato a casa. I familiari capirono che l’anima non fosse del presente quando la stessa cominciò a parlar di locande, gioielli e contesse.

Da quel giorno la casa fu nuovamente abbandonata e tutt’oggi si narra che durante le notti di luna piena si veda una tenera fanciulla, in cerca del suo ragazzo, apparire nelle zone della casa lasciando un odore di rosa. Se la storia si rivelasse vera (a detta di molti lo è, dato il gran numero di testimonianza), questa sarebbe la dimostrazione di quanto l’amore possa durare in eterno e quanto quest’ultimo possa tormentare l’amato.