Chiamate dall’aldilà: realtà o suggestione?

phone001

L
a storia è piena di testimonianze di contatti avvenuti con i morti. Molto spesso però, sono loro stessi a voler contattar noi.  Grazie all’avvento delle comunicazioni elettromagnetiche quindi telegrafi, telefoni si è notato un incremento numero di testimonianze di contatti con defunti.

Spesso queste chiamate avvengono senza reali motivazioni ed avvengono con persone che hanno avuto forti contatti emotivi con il defunto : figli, mariti, mogli.

Perché avvengono queste chiamate?

Molto spesso avvengono per avvisare il vivo di un pericolo imminente, un messaggio importante o semplicemente per dire addio.

Famoso il caso in cui Ida Lupino, morto durante la seconda guerra mondiale, chiamò la figlia per comunicarle informazioni riguardo l’eredità.

Spesso questi contatti avvengono in date specifiche, come ad esempio anniversari.

Chi è stato testimone di queste chiamate afferma che la voce del defunto è uguale a quella di quando era vivo, con stesse cadenze e stessi difetti. Gli squilli spesso sono normali, ma le chiamate sono molto disturbate, con numerosi fruscii e più la telefonata si allunga più si sente lo spirito affaticarsi.

Un caso davvero inquietante è quello di una donna che ebbe un incubo riguardante la sua amica. Infatti sognò che essa moriva affogata in piscina. Per assicurarsi del suo stato di salute la chiamò (pur non sentendosi da molti anni) e si promisero di sentirsi qualche giorno più tardi. Giorni dopo la ragazza richiamò e al cellulare risposte la madre dicendo che la sua amica era morta da più di 6 mesi e quindi era impossibile che avesse parlato con lei giorni prima.

Molto spesso durante le chiamate il defunto fa riferimento a questioni di tempo, affermando che questo è molto limitato. Quindi sembrerebbe che non sempre questo contatto è consentito ma addirittura risulta essere anche difficile.

La maggior parte delle chiamate arriva a circa 24 ore dalla morte del chiamante, ma in generale più la morte è avvenuta in lontananza più la chiamata dura di più.

Ci sono varie ipotesi su tali chiamate. Potrebbero essere davvero i nostri cari defunti, ma potrebbero essere anche spiriti burloni che si prendono gioco di noi e dei nostri sentimenti manipolando le reti telefoniche. Allo stesso tempo c’è anche da mettere in considerazione la parte scientifica, ovvero quello di allucinazioni create da noi stessi dovute al desiderio di poter parlare con i nostri cari.

Voi avete mai avuto esperienze di questo genere? Cosa ne pensate a riguardo?