Robert : la bambola maledetta

1324303963

La nostra rubrica sulle bambole maledette non è ancora terminata.

Oggi ci sposteremo  a Key West, in un’isola della Florida, dove è tutt’oggi presente una bambola a grandezza naturale che fu regalata nel 1896 ad un bambino di 5 anni di nome Robert. All’epoca andava molto di moda regalare bambole a grandezza naturale ai bambini. Questa bambola “risiede” da secoli nella stessa abitazione, ora diventata un museo.

La leggenda vuole che Robert (la bambola) abbia una sua personalità e sia posseduta.  Molti turisti l’hanno sentita ridere e l’hanno vista cambiare posizione.

Nel 1986 Robert Gene decise di dare il suo stesso nome alla bambola, vestendola addirittura con i suoi stessi abiti. Da questo momento in poi in casa avvennero fatti alquanto strani ma mai nessuno credette a Gene fin quando tali eventi non furono verificati da alcuni suoi compagni di classe. Molte persone lo vedevano affacciato al balcone quando lui era in realtà a scuola, e molti altri sentivano la voce di un bambino e i suoi passi quando lui non era in camera. Molto spesso il bambino era preda di incubi notturni e la sua spiegazione era sempre e solo “E’ stato Robert!”

La bambola ben presto fu rinchiusa in soffitta per molti anni dopo che i genitori videro che questi avvenimenti, compreso quello di veder la bambola aggirarsi per casa, si ripetevano sempre più spesso.

1324303963

Quando il padre di Gane morì, lui decise di andare ad abitare nella casa che aveva ormai ereditato. Gane era diventato un gran pittore e voleva dare una vita ancora migliore a sua moglie. In seguito al ritrovamento della bambola, pur non ricordando di ciò che accadde da piccolo, fu colto da uno strano effetto, che lo portò ad allestire una camera intera per questa bambola. Ben presto anche la moglie non volle più tal bambola perchè si sentiva spesso osservata e la trovava sempre in posizioni diverse.

Nel 1972 Gene morì la moglie dopo anni ed anni di continui dispetti da questa bambola, la richiuse in soffitta e mise in vendita la casa.

Anche i nuovi proprietari della nuova casa trovarono questa bambola e la figlia di quest’ultimi testimonia, ancora oggi da adulta, di essere stata attaccata mentre dormiva da questa bambola e che essa tentò di ucciderla. La casa è stata venduta molte volte fino a diventare un museo.

Ancora oggi la bambola, dopo numerosi esorcismi, sembra ancora essere posseduta. Curioso come le foto fatte nel museo, alla bambola, spesso vengano sfuocate o addirittura con una posizione differente della bambola.