Teke Teke – Leggenda metropolitana giapponese

SUZUKI_Swift_LONGArticles_2013_SEPT_teketeke_02

SUZUKI_Swift_LONGArticles_2013_SEPT_teketeke_04In un articolo precedente abbiamo parlato delle varie leggende giapponesi. Oggi analizzeremo una delle più famose e più terrificanti allo stesso tempo. Analizzeremo la leggenda del Teke Teke. Per quanto inquietante e paurosa non possiamo affermare con certezza che essia sia davvero reale, ma stando alle testimonianze locali questa leggenda ha molte verità al suo interno.

Tutto comincia una sera di molti anni fa, mentre un ragazzino tornava da scuola. Il sole stava tramontando e attorno a lui il paesaggio diventava sempre più buio. Ad un certo punto, alle sue spalle, sentì e vide una ragazza stupenda affacciata ad una finestra delle case nelle vicinanze. Questa ragazza lo fissava incuriosita. Quando si accorse che il ragazzo l’aveva notata saltò dalla finestra. Il ragazzo notò, con orrore addosso, che la ragazza non aveva la parte inferiore del corpo. La ragazza pian piano si avvicinò a lui, correndo sui gomiti, producendo un rumore simile ad un “teke -teke-teke”. Il ragazzo provò a correre, ma il terrore gli aveva bloccato tutti gli arti ed in poco tempo si trovò tale ragazza sopra di lui. La ragazza estrasse una falce e lo tagliò a metà rendendolo uguale a lei.  Secondo la leggenda chiunque venga ucciso in questo modo sarà destinato a divenire a sua volta un teke- teke.

 

 

Esiste un’altra leggenda a proposito del Teke-Teke. Si dice che una ragazza, Kashima Reiko, rimase uccisa e tagliata a metà da un treno dopo essere caduta sui binari. Lo spirito di questa ragazza tutt’oggi sembra ossessionare gli occupanti delle toilette. Secondo la leggenda Kashima chiederebbe alla gente dove siano finite le sue gambe. In caso di risposta errata lo spirito di Kashima taglierebbe le gambe al malcapitato.

 

SUZUKI_Swift_LONGArticles_2013_SEPT_teketeke_02

 

Per salvarsi da questo terribile destino, bisognoerebbe rispondere che le sue gambe sono presso la stazione ferroviaria di Meishin e nel caso essa chieda chi abbia passato tale informazione bisognerà rispondere con il nome della stessa Kashima Reiko.

Da questa leggenda si sono prodotti molti film e fumetti. Famoso il film Teke-Teke di KojiShiraishi del 2009, con il suo sequel Teke-Teke 2