La storia di Villa Magnoni

mistero-villa-magnoni_430_2Villa Magnoni è una delle ville più conosciute del ferrarese. Uno dei posti più visitati dai ghost hunters e da appassionati. Dentro qesta villa si sentirebbero urla, lamenti e sembrerebbero esserci stati avvistamenti di fantasmi.

Villa Magnoni è una villa chiusa da anni, lungo la strada SP22, immersa in una fitta vegetazione. Molti avvenimenti successi in questa casa l’hanno portata ad essere considerata un luogo maledetto. Dentro le sue mura si nascondono segreti terribili e una storia di morte accaduta circa 30 anni fa.

Un gruppo di 4 ragazzi decise di visitare Villa Magnogni, alla fine degli anni 80. Nonostante l’edificio fosse disabitato da molto tempo era ancora in buone condizioni. I ragazzi, in cerca di emozioni, non potevano immaginare cosa gli sarebbe accaduto da li a poco. Percorrendo il viale principale si trovarono dinnanzi al grande edificio.

Una volta entrati  cominciarono a visitare le stanze prinicpali e successivamente quelle del primo piano. Durante la loro escursione, il silenzio venne squarciato da un urlo terrificante di bambini. Presi dallo spavento i giovani corsero in giardino per vedere da chi fossero venute queste urla. Sfortunatamente in giardino non c’era nessuno e la casa si trovava in un luogo sperduto, difficilmente raggiungibile e frequentato da bambini. Nonostante il grande spavento, decisero di rientrare in casa fin quando uno di loro, alzando gli occhi, non vide una signora anziana “cadaverica” che disse loro di andarsene via. I quattro ragazzi, a tal punto, scapparono ripercorrendo il buio viale verso la macchina.

Un tragico destino  aspettava loro dietro l’angolo. I quattro giovani finirono la corsa fuori strada. Tre di loro morirono. Il sopravvissuto raccontò tutto alla polizia.

Da qui in poi il mistero su Villa Magnoni si infittisce, il Comune fece murare tutte le finestre della casa per evitare che qualcun altro potesse entrare in quell’edificio, ma alcuni giorni dopo la finestra dove la strega si sarebbe affacciata per spaventare i ragazzi era libera e senza più murature.

Molta gente ha deciso di avventurarsi da quelle parti e molti hanno sentito urla di bambini e il lamento dell’anziana.

Probabilmente l’incidente avvenuto a quei poveri ragazzi ha aumentato la fama di questa casa maledetta rendendola una tappa d’obbligo per i cacciatori di fantasmi.