Joliet, la Bambola Maledetta

maxresdefault-1-640x360

piccola

Joliet è una bambola maledetta, attualmente posseduta da Anna G. e che è stata tramandata di generazione in generazione a partire dalla sua bisnonnna. Al suo interno si celerebbero le anime di neonati morti.

Origini

La bisnonna di Anna, mentre era incinta del suo secondo figlio, ricevette come regalo da un’amica una bambola, a cui decise di mettere nome Joliet.

Quello che la donna non sapeva è che l’amica era estremamente gelosa e forse questo è stato quello che ha dato il via all’incredibile storia della bambola Joliet.

La bisnonna di Anna diede alla luce un maschietto e non poteva essere più felice di aver dato un fratellino alla sua primogenita, ma purtroppo tre giorni dopo la nascita il bimbo morì per una improvvisa malattia.

Da quel momento, di notte, sentiva un pianto di bimbo provenire dalla stanza in cui era custodita la bambola. 

Nonostante ciò la lasciò in eredità a sua figla che, una volta sposata, rimase anch’essa incinta di una bambina. La bambina crebbe e qualche tempo dopo la mamma rimase incinta di nuovo.

Nacque un maschietto ma, anche questa volta, morì dopo solo tre giorni e anche dopo questa misteriosa morte la proprietaria della bambola poteva sentire di notte il pianto di non uno ma bensì due bambini. 

Nonostante ciò la lasciò in eredità a sua figlia a cui successe la stessa cosa, e così successe anche ad Anna, l’attuale proprietaria.

Anna attualmente sente il pianto di 4 bambini, e pensa che all’interno della bambola siano intrappolate le anime del suo e degli altri bambini colpiti dalla maledizione, come nel caso della bambola Letta.

La bambola oggi

Ogni membro della famiglia si è preso cura della bambola come se fosse un figlio, ma perchè allora, nonostante la maledizione, non si liberano della bambola e continuano a tramandarla di generazione in generazione?

Forse proprio perchè all’interno si celano le anime di tutti questi bimbi e le donne di questa famiglia le vogliono proteggere. 

Forse hanno paura di far male ai loro figli se buttassero o distruggessero la bambola.

Questo non è l’unico fardello che queste donne devono portarsi addosso, ma anche quello di non essere credute in quanto solo le madri che hanno perso il figlio possono sentire i vagiti provenire da Joliet.

 

Fonte: http://emadion.it/oggetti-maledetti/bambole/la-bambola-joliet/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *