Il fantasma dell’ex-manicomio di Aguscello

aguscello-giostra

 


A
guscello è una piccola  frazione di Ferrara conosciuta, probabilmente, per il suo ospedale psichiatrico infantile.

Tale struttura si trova a circa 30 minuti dal centro. Il suo passato non è uno dei più trasparenti, infatti il suo passato è incerto. Si parla della presenza degli spiriti dei bambini uccisi in maniera brutale. Quanto c’è di vero dietro tutto ciò che si racconta su questo ex-manicomio? Continua a leggere

I fantasmi di Alcatraz

110933178 a86e8c6c 2b73 49d4 bb54 02715400297f


A
lcatraz
 è un’isola della California (Stati Uniti) ed è molto famosa per la grande sicurezza di un suo ex-carcere. L’isola è stata rinominata The Rock (roccia) perchè gran parte di essa è formata da roccia, ma è anche stata soprannominata The Bastion (fortezza) perchè era quasi impossibile fuggire dal suo carcere.

La storia del carcere è molto varia. Nel 1850 era usato solo per scopi militari, nel 1933 divenne una prigione militare e solo nel 1934 divenne una delle massime prigioni per usi “civili”.  Dopo circa 30 anni, nel 1963 questo carcere fu chiuso a causa dei suoi elevati costi (tanto da spingere i politici ad affermare che sarebbe stato meno costoso mantenere ogni singolo detenuto in uno degli hotel più lussuosi di New York).  Continua a leggere

La foto maledetta di Cork

10



R
ory O’Donoghue
è un fotografo che nel 1997 decide di aprirsi un laboratorio personale. Durante la fase di ristrutturazione del laboratorio, nei pressi di Cork, trova una busta con all’interno un vecchio rullino fotografico, sulla cui scatola c’è scritto “luglio 1965”. Il fotografo a questo punto, per curiosità, mette in sviluppo tale rullino e già dal negativo nota qualche stranezza. Tutto il rullino è composto  da una sola immagine che sembra un collage delle varie campagne di Cork.  In ogni caso, ha intenzione di stampare tale rullino per incorniciare questa foto e regalarla alla moglie.

Continua a leggere

Lo strano caso delle Ombre “Notturne”

260036 418584978190016 2035186359 n


S
pesso si sente parlare di persone che affermano di vedere ombre nere in giro per casa, in alcuni luoghi dove sono avvenuti disastri, ed in altri luoghi dove non c’è nessun collegamento particolare. Un’ Ombra è un’entità non fisica, composta dall’ombra del defunto. E’ stata rinominata in vari modi come ad esempio : presenza notturna o smilling death.

Prima di procedere c’è da fare una considerazione. Un’ ombra non è un fantasma, perchè non è l’anima del defunto, bensì è la sua ombra, qualcosa che conserva il lato cattivo di ogni umano.

Come si presenta un’ Ombra?

 

Continua a leggere

Chiamate dall’aldilà: realtà o suggestione?

phone001

L
a storia è piena di testimonianze di contatti avvenuti con i morti. Molto spesso però, sono loro stessi a voler contattar noi.  Grazie all’avvento delle comunicazioni elettromagnetiche quindi telegrafi, telefoni si è notato un incremento numero di testimonianze di contatti con defunti.

Spesso queste chiamate avvengono senza reali motivazioni ed avvengono con persone che hanno avuto forti contatti emotivi con il defunto : figli, mariti, mogli.

Perché avvengono queste chiamate?

Continua a leggere

Centralia: una delle città abbandonate più inquietanti

 
fumo


C
hi non ha mai sentito parlare del famigerato gioco Silent Hill? Bene, una città del genere sembra davvero esistere

Questa città ha origini nel 1800 in un luogo ricco di carbon fossile al 95%. E’ un carbone che si presenta allo stato solido ed è un ottimo combustibile, uno dei migliori.

Nella città di Centralia tale carbone fu estratto in grandissimi quantitativi fino alla fine del XIX secolo, dove fu abbandonata insieme ai suoi pozzi. Continua a leggere

La Leggenda della macchina fantasma

fantasma-nella-nebbia-47526400

S
oprattuto nel sud Italia, da tanti anni sembrerebbe girare questa leggenda che incute terrore e paura in moltissime persone.

Si narra che in una notte d’autunno di qualche tempo fa, un signore era fermo sul ciglio della strada per far  autostop. Era il 2 Novembre  e il tempo atmosferico peggiorava minuto su minuto. Nonostante fossero passate ore ed ore nessuno si era fermato e la visibilità era sempre più bassa,  fino ad arrivare a meno di tre metri. Ad un certo punto passò un’auto nera, con una sagoma allungata… era proprio un’auto delle pompe funebri.

Continua a leggere

1 2 3 4 5